MONOLOGO CON LA MIA IMMAGINAZIONE

Una sequenza ritmicamente entusiasmante, cromaticamente avvincente ed artisticamente rilevante incanta il pubblico attraverso 12 opere di medio e grande formato in cui si evidenzia l’abilità dell’artista, Anna Zyla. Ci si sente come intrappolati nella maestosità delle opere, ci si perde nella gestualità pastosa ed intensa che, anche grazie alle cromie, riescono a fare sentire in trappola l’osservatore. Il titolo è l’estratto da un’intervista all’artista in cui lei stessa dichiara che ogni opera è esito di un intenso monologo interiore.

Una pittura raffinata ed elegante, una scelta cromatica sempre attenta, ricercata ed accurata inquadra una pittura prevalentemente astratta in cui non mancano espliciti cenni figurativi resi in alcune opere più espressive. L’arte della Zyla è uno straordinario mondo in cui perdersi, uno spazio che pare infinito in cui la dominante è data dal sapiente uso del colore.

C’è un’abilità ed una maestrìa tale che solo un’artista del calibro della Zyla può realizzare. Diverse sono le tematiche affrontate, dal paesaggio ai ricordi, dal mistero alla profondità. L’artista prende per mano l’osservatore e lo accompagna nel suo viaggio artistico accarezzandolo nei punti in cui le tonalità si incupiscono e stringendogli la mano là dove le cromie divengono brillanti ed energiche. Solo la grazia sapiente di una grande artista può raggiungere vette così elevate di poesia estetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.