_frammenti d'arte

Adagio l’arte contemporanea sta penetrando la quotidianità, ma i progressi da compiere perché assurga all’importanza debita sono innumerevoli, forse infinti. Imparare a vedere e apprezzare ciò che si guarda è il tirocinio più lungo in tutte le arti. Avviandosi per il faticoso sentiero di riuscire a far apprezzare l’arte contemporanea nasce Frammenti d’arte.

 

Cercando di esprimersi con vigore e accessibilità, energia e semplicità, sette artisti hanno tratteggiato, figurativamente e astrattamente, la contemporaneità del sentire, del quotidiano,  della formazione che li connota dipingendo su brandelli di carta, divertendosi con le tecniche più svariate.

I capolavori non sono fatti per sbalordire ma per persuadere, convincere, entrare in noi attraverso i pori anche se dipinti su stracci.

 

‘Arte alla portata di tutti’ è lo slogan primordiale del progetto, tentando l’arduo compito di avvicinare chiunque all’arte contemporanea, alla preziosità di un' opera d’arte, alla magia di un frammento.

 

Ispirato ad un modello europeo, nettamente più vicino ad una diffusione artistica museale e da studi di un intero anno condotti su clienti campione (giovani e adulti) nasce Frammenti d’arte, tentanto di divulgare la ‘raggiungibilità dell’arte contemporanea’ in forma economica e pratica.

ORIETTA FINEO, VINCENZO FRANZA, RENATO GIORGIO, ELOISE GHIONI, ARIANNA RIZZITELLI, SERGIO ROTUNNO, MARIA LUISA VALENZANO, SERGIO ROTUNNO hanno redatto piccole opere d’arte in tre differenti dimensioni (8X8;10X10; 12X12; 7x9; 9x11;11x13) per tentare e riuscire a palesare come basti pochissimo per custodire un frammento di arte contemporanea.

 

 

Per il 2008 i proventi del progetto saranno interamenti devoluti all'AGEBEO